sabato, Maggio 25, 2024
ANTIDISCRIMINAZIONE

Stati Uniti, polizia spara e uccide un afroamericano disabile su sedia a rotelle

Dagli Stati Uniti una notizia terribile di un inqualificabile atto violento perpetrato ai danni di un disabile. La storia ha già fatto, purtroppo, il giro del mondo ed è tutt’altro che piacevole da ascoltare. In California, a sud di Los Angeles, un uomo disabile, Anthony Lowe, 36 anni, è stato pestato a morte da cinque agenti che ne hanno decretato la morte.

La notizia arriva dalla California, cinque poliziotti hanno sparato e poi ucciso un afroamericano sulla sedia a rotelle. Adesso gli uomini sono incriminati per omicidio di secondo grado. Il terribile episodio è stato denunciato dalla madre di Anthony Lowe. L’uomo colpito a morte dagli agenti del dipartimento di Huntington Park, a sud di Los Angeles.

Ecco le strazianti parole della donna:

“Il modo in cui hanno ucciso mio figlio senza gambe, lo hanno assassinato sulla sedia a rotelle.”

Stati Uniti, a sud di Los Angeles un uomo disabile perde la vita per mano della polizia

Gli agenti avevano fermato l’uomo pensando fosse il responsabile di un grave accoltellamento. In queste ultime ore, sui social, continuano a circolare video registrati dai passanti. Alcuni di loro mostrano come gli agenti hanno aperto il fuoco mentre l’uomo, caduto dalla carrozzina, stava cercando di allontanarsi a terra. Dalle terribil immagini è possibile vedere l’uomo che tenta di scappare per quanto gli è possibile. Essendo disabile ha delle notevoli difficoltà. Mentre fugge, però, si nota che ogni tanto si gira minacciando gli agenti, distanti qualche metro, con un coltello. Poi tenta di riprendere una fuga per lui impossibile viste le sue condizioni.

La polizia ha fornito una sua ricostruzione. A loro dire, infatti, gli agenti erano intervenuti per soccorrere una persona che era stata accoltellata da una persona su una sedia a rotelle. I cinque, quindi, sopo aver individuato a poca distanza dal luogo dell’aggressione Anthoni Lowe, gli hanno intimato di fermarsi, ma questi avrebbe ignorato l’ordine “minacciando di avanzare o tirare il coltello contro gli agenti” che prima di sparare, sostiene la polizia, avrebbe anche tentato di usare il Taser.

La sorella di Lowe, Tatiana Jackson, ha dichiarato al Guardian: “sono straziata e piena di rabbia. Non capisco perché hanno fatto questo ad un uomo sulla sedia a rotelle, mi devono spiegare perché usare una pistola contro un uomo che non ha gambe.”