martedì, Febbraio 20, 2024
ANMIC - INFORMASERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

SERVIZIO CIVILE: ANMIC TRA I VINCITORI. ORA LE SELEZIONI

L’ANMIC è entusiasta di annunciare di essere tra le aggiudicatarie, con il Programma ANMIC Conoscere per volare oltre la disabilità del Bando di Servizio Civile Universale del Dipartimento per le Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il programma prevede l’inserimento di 16 volontari nell’ambito di due progetti specifici: Disabili in Cloud e Il Coraggio di Comunicare la Diversità.

“L’aggiudicazione di ANMIC in questo ambito – evidenzia il Prof. Nazaro Pagano presidente nazionale della rete associativa ANMIC – rappresenta un riconoscimento dell’impegno dell’associazione nel promuovere l’inclusione e il supporto per le persone con disabilità e per le loro famiglie. Il programma Conoscere per volare oltre la disabilità mira a favorire un ambiente più accessibile e solidale, coinvolgendo giovani volontari motivati a contribuire attivamente per la comunità”.

I 16 operatori volontari selezionati avranno l’opportunità di mettere le proprie competenze al servizio delle persone con disabilità, promuovendo l’autonomia e la partecipazione attiva nella società.

Servizio Civile Universale: per partecipare al Bando

Il Dipartimento ha pubblicato il Bando per la selezione di 52.236 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia e all’estero, scaricabile da questo link

I giovani interessati potranno presentare la propria candidatura entro e non oltre le ore 14.00 del 15 febbraio 2024.

La partecipazione potrà avvenire esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on line (DOL) all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it, accedendo con SPID di livello di sicurezza 2.

Sulla piattaforma i candidati potranno scegliere il proprio progetto utilizzando il motore di ricerca “Scegli il tuo progetto in Italia”, disponibile nella sezione “Progetti”

I giovani candidati potranno scegliere tra due diversi progetti presentati dall’ANMIC: DISABILI IN CLOUD e IL CORAGGIO DI COMUNICARE LA DIVERSITÀ:

a seguire le due schede degli Elementi Essenziali dei progetti (ALLEGATO A)


Il Coraggio di Comunicare la Diversità che si svolgerà nelle sedi di Roma in via Tacito 7 e di Bari e coinvolgerà n. 8 giovani volontari di cui n. 3 con disabilità (5 sulla sede di Roma e 3 sulla sede di Bari)

Possono partecipare al bando

a) cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;

b) aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;

c) non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

per conoscere Ulteriori indicazioni per la partecipazione vi invitiamo a leggere con attenzione il BANDO (https://www.politichegiovanili.gov.it/media/3hcndi54/bando-scu-2023-rev191223-ultimo-signed.pdf)


Non possono presentare domanda i giovani che:

– appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;

– intrattengano, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del programma, del progetto ovvero con l’ente di accoglienza rapporti di lavoro, di collaborazione o di stage retribuiti a qualunque titolo;

– abbiano intrattenuto con l’ente titolare del programma, del progetto ovvero con l’ente di accoglienza rapporti di lavoro, di collaborazione o di stage retribuiti a qualunque titolo di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando;

– abbiano già prestato il servizio civile nazionale ovvero abbiano già prestato o stiano prestando il servizio civile universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, salvo quanto previsto nei capoversi precedenti.

“Per evitare esclusioni o l’errata partecipazione l’ANMIC – sottolinea Michele Caradonna coordinatore responsabile nazionale del Servizio Civile Universale ANMIC – invita caldamente il giovane aspirante volontario a leggere con attenzione il bando pubblicato dal Ministero (https://www.politichegiovanili.gov.it/media/3hcndi54/bando-scu-2023-rev191223-ultimo-signed.pdf)”