BIMBO DISABILE ESCLUSO DALLA RECITA DI NATALE: NON SA STARE IN FILA

La vicenda si è verificata nel napoletano. La mamma: “Sono affranta. Emarginato invece che integrato”

Recita escluso bimbo disabile. Un bimbo disabile è stato escluso dalla recita natalizia perché non sa stare in fila e non parla. La sua condizione di disabilità gli è costata la partecipazione alla recita della scuola, la notizia è stata riportata dal portale Oggiscuola.com

Recita escluso bimbo disabile: la scoperta in chat

La mamma scopre la decisione della maestra sul gruppo WhatsApp di mamme.

“Lo so che il mio piccolo non avrebbe partecipato – ha fatto sapere in lacrime la madre – so che non parla e non riesce a stare in fila, non c’e bisogno che lo sottolineasse la maestra, ma per me era importante anche solo vedere il suo nome su quella lista e vederlo quel giorno lì, a saltare e divertirsi a modo suo, a vedere quel suo sorriso dolce, sogno infranto da chi lo ha emarginato invece di integrarlo”.

Il bambino sarebbe affetto da iperattività regressa con ritardo cognitivo e sospetto autismo, ma sono in corso le indagini dei medici.

Il fatto, che rappresenterebbe una forma di discriminazione, si sarebbe verificata nel napoletano. La mamma avrebbe versato la sua quota per comprare i dolci e fare un regalino al personale scolastico, ma poi avrebbe scoperto l’esclusione dalla rappresentazione natalizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.