Messaggio INPS a danno dei lavoratori disabili: ANMIC-FAND incontra il ministro per la Disabilità

Dopo la pubblicazione del messaggio INPS n. 3495/2021 ANMIC-FAND ha incontrato il ministro per la Disabilità Erica Stefani che ha rassicurato l’associazione circa il suo impegno per risolvere la questione. Con il messaggio l’Inps esclude dal beneficio dell’assegno mensile gli invalidi civili parziali che svolgano attività lavorativa precaria o parziale. Ora da parte della politica ci sono state le prime aperture. 

A parlarne il prof. Nazaro Pagano Presidente Nazionale ANMIC durante la trasmissione ANMIC Informa andata in onda questa mattina su radio ANMIC24.

La nota del Ministro per la Disabilità Erica Stefani

A fronte delle legittime preoccupazioni suscitate dal messaggio Inps in merito al requisito dell’inattività lavorativa per la liquidazione dell’assegno mensile di invalidità civile, mi sono prontamente attivata con il ministro Orlando e l’Istituto affinché si trovasse una strada per superare l’ingiustizia normativa. 
Ho proposto una possibile soluzione che ho anche condiviso con Falabella e Pagano, presidenti di FISH e FAND-ANMIC, registrando una positiva apertura che mi rende fiduciosa rispetto a una rapida soluzione. 
La possibilità per le persone con disabilità di realizzarsi attraverso il lavoro è elemento essenziale ai fini dell’inclusione e va quindi facilitato, non scoraggiato
“.

Pagano: “L’apertura della ministra Stefani ci fa ben sperare, ma continuamo su questa strada”

“Dopo la pubblicazione del messaggio INPS del 14 ottobre n. 3495/2021- spiega il prof.Nazaro Pagano presidente nazionale ANMIC – come associazione ci siamo subito organizzati per far sentire la nostra voce. Abbiamo avuto il supporto di altre associazioni di categoria e ora finalmente abbiamo innescato un dibattito politico. ANMIC-FAND ha incontrato quindi il ministro per la Disabilità. Abbiamo ricevuto il supporto del ministro Stefani che con la sua nota ci ha rassicurati circa una rapida soluzione. Siamo fiduciosi perchè anche altri esponenti di Governo si stanno interessando alla questione. Noi però non ci fermiano e continueremo a far sentire la nostra voce sino ad una rapida soluzione”.

ANMIC-FAND ha incontrato il ministro per la Disabilità: “Non si tratta di una questione economicistica ma di riscatto sociale”

“L’aver escluso i disabili parziali dall’assegno di invalidità non è una questione meramente economistica – prosegue il prof.Nazaro Pagano presidente nazionale ANMIC – ma di riscatto sociale. Con il messaggio INPS n. 3495 difatto l’Istituto preclude la possibilità per gli invalidi parziali di inserirsi nella società attraverso il mondo del lavoro. Questi soggetti che, ricordiamo, percepiscono una indennità di invalidità minima di poco più di 285 euro al mese (circa 9 euro al giorno) non possono più lavorare. Non possono inserirsi nella parte produttiva di questo Paese e rischiano di rimanere segregati in casa. Si tratta di semplici lavori, precari, che però nel tempo potrebbero trasformarsi in qualcosa di più stabile. Così facendo invece si richia di escluderli dal mondo del lavoro e quindi dall’inclusione sociale di cui tanto si parla”.

Le priorità di ANMIC circa gli invalidi parziali

L’associazione che per legge rappresenta i diritti delle persone con disabilità torna sulla questione e cerca nuove soluzioni per le pensioni di invalidità parziale.

“Dobbiamo lavorare a 360° su diversi temi per superare questi ostacoli – spiega il prof.Nazaro Pagano presidente nazionale ANMIC – in particolare dobbiamo favorire le politiche attive del lavoro e rivisitare il sistema pensionistico. Con un lavoro stabile tutti i cittadini diventano parte integrante del sistema. Per questo vogliamo che l’Inps riveda il messaggio evitando di precludere la possibilità agli invalidi parziali di effettuare piccoli lavori che però nel lungo periodo possono portare ad una stabilità. Siamo fiduciosi e ora abbiamo anche l’attenzione della parte politica. Noi non ci fermeremo e siamo certi di avere l’appoggio di tutto mondo associativo”.

Come e dove ascoltare ANMIC Informa

Per poter ascoltare la trasmissione ANMIC Informa occore scaricare l’app gratuita sul cellulare, cercare Radio ANMIC 24 o ascoltarla sul portale di informazione www.anmic24.com. Radio ANMIC 24 è anche presente sulla pagina Facebook “ANMIC Presidenza nazionale”. E’ possibile seguirla infine anche sul nostro canale video di YOUTUBE.