domenica, Luglio 21, 2024
ANTIDISCRIMINAZIONEL'ITALIA CON TE - GR 24

Disabilità e Diritti: lezione di Inclusione dal Borgo Toscano | il Pub

Mercoledì 19 giugno, Alberto, un ragazzo paraplegico, ha contattato il Numero Verde Antidiscriminazione ANMIC per condividere una spiacevole esperienza e chiedere supporto.

“Ero con un gruppo di amici in un borgo toscano vicino casa. Appassionati di calcio, cercavamo un pub per vedere la partita dell’Europeo. Ci hanno suggerito una birreria. All’ingresso, però, ho trovato tre gradini. Il titolare ha proposto di cenare nel resede esterno, ma senza vedere la partita, o di sollevarmi con la carrozzina per portarmi dentro. Mi sono sentito umiliato, ma per non gravare sui miei amici, mi sono fatto sollevare e portare al tavolo. È stata un’esperienza orrenda. Mi sono sentito diverso, le persone mi guardavano e mi hanno fatto vergognare di me stesso”.

Accesso al pub: l’intervento del Dipartimento Antidiscriminazione

Il Dipartimento Antidiscriminazione è intervenuto subito contattando Mirko, il proprietario del locale. Ha stigmatizzato il comportamento e suggerito modifiche strutturali per rendere l’ambiente accessibile. Nonostante il locale sia nel centro storico e potenzialmente esente da obblighi di accessibilità, è stata proposta l’installazione di una rampa mobile. Anche lo spazio esterno privato è stato considerato per l’accesso al pub.

La risposta positiva dell’esercente non si è fatta attendere. Si è impegnato con ANMIC a chiamare un tecnico per risolvere il problema. Dopo circa dieci giorni, il Dipartimento ha ricevuto questo aggiornamento dal titolare: “Tutto risolto. Ho perso un tavolo per distendere la rampa mobile, ma da oggi il mio locale è accessibile. Ringrazio ANMIC e il ragazzo che ha segnalato il problema. Mi ha permesso di comprendere una grave mancanza”.

Questo caso dimostra come sia ancora lontana una concreta “cultura della disabilità”. Tuttavia, la positiva risoluzione è frutto di uno scambio empatico. Si basa su diritti e su volontarie manifestazioni del vivere civile.

UFFICIO ANTIDISCRIMINAZIONE ANMIC

Per segnalare le discriminazioni nei confronti delle persone con disabilità, contatta il Numero Verde gratuito 800-572775. Disponibile dal lunedì al venerdì 9.00-12.30 e il giovedì pomeriggio 15.00-17.00. Puoi scrivere anche a antidiscriminazione@anmic.it.

L’impegno di ANMIC nella protezione dei diritti delle persone con disabilità è fondamentale. L’Associazione interviene efficacemente per garantire un futuro più sicuro e dignitoso a chi ne ha bisogno.