DISABILE ABBANDONATO IN STAZIONE: IL COMUNE GLI TROVA UN TETTO. DENUNCIATA LA MOGLIE

È accaduto a Busto Arsizio dove un uomo di 72 anni ha vissuto per settimane alla stazione ferroviaria

Disabile abbandonato in stazione. I Servizi sociali del Comune di Busto Arsizio lo aiutano e gli trovano un tetto. Per settimane ha vissuto alla stazione ferroviaria, mentre la moglie e il figlio di nove anni sono rimasti nella casa dove viveva anche lui. Lei è stata denunciata dalla Polizia locale.

La notizia è stata riportata da Repubblica. Onofrio Amabile, così si chiama l’anziano settantaduenne abbandonato, è un disabile costretto su sedia a rotelle. Nelle ultime settimane trascorreva la sua vita e le sue notti nel dormitorio nei pressi della stazione del paese nel varesotto.

Disabile abbandonato in stazione: non poteva stare a casa

Amabile percepisce una pensione di invalidità di 630 euro mensili e a sentire lui, sarebbe stato il tracollo fisico a portarlo ad allontanarsi da casa: nel palazzo dove abita la famiglia ci sono 27 gradini che conducono all’appartamento e lui non riesce più a salirli.

La causa della disabilità sarebbe una serie di problemi di salute, soprattutto circolatori e dovuti al diabete, che due anni fa lo hanno costretto sulla sedia a rotelle.

Ora il problema della casa è risolto: pagherà 280 euro d’affitto al mese e il Comune penserà al resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.