sabato, Aprile 20, 2024
INPS - AGGIORNAMENTI

Come usufruire del congedo dal lavoro in caso di chiusura delle scuole

L’Inps ha pubblicato le istruzioni operative per i lavoratori e i datori di lavoro riguardanti il congedo straordinario per i lavoratori dipendenti. Previsto dall’articolo 22-bis del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176.

Le istruzioni riguardano i casi di sospensione dell’attività didattica in presenza  per i genitori lavoratori dipendenti privati e pubblici:

  • con figli fino a 14 anni frequentanti la seconda e terza classe  delle scuole secondarie di primo grado nelle Zone rosse 
  • genitori di figli in situazione di disabilità  grave e dei centri educativi diurni di carattere assistenziale indipendentemente dalla ubicazione delle scuole

Il congedo straordinario per lavoratori dipendenti può essere fruito da uno solo dei genitori o da entrambi, non negli stessi giorni. Per i periodi di sospensione dell’attività didattica in presenza. All’interno del periodo e nelle zone individuate nella  Ordinanza del Ministro della Salute attuativa dei DPCM 3.11 e 3.12 2020 per i periodi successivi al 9 novembre 2020.

Il congedo può essere fruito nei soli casi in cui i genitori non possano svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile.

Inoltre la circolare fornisce le istruzioni operative per i datori di lavoro.

Come presentare la domanda per il congedo straordinario

Facendo seguito alla circolare n. 2 del 2021, con il messaggio del 5 febbraio 2021 l’INPS comunica la procedura per la compilazione e l’invio on line delle domande di “congedo straordinario per sospensione attività in presenza delle classi II e III media in zona rossa o su tutto il territorio nazionale per figlio con disabilità grave per scuole di ogni ordine o grado o per chiusura centri assistenziali.

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • tramite il portale web dell’Istituto. Se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto (oppure di SPID, CIE, CNS), utilizzando gli appositi servizi raggiungibili direttamente dalla home page del sito www.inps.it. Si ricorda che a decorrere dal 1° ottobre 2020 l’Istituto non rilascia più nuovi PIN;
  • tramite il Contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • tramite i Patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

La domanda potrà riguardare anche periodi di astensione antecedenti alla data di presentazione della stessa, ma comunque non anteriori al 9 novembre 2020.

Come usufruire del congedo straordinario per i lavoratori dipendenti: le precisazioni dell’INPS

– Il congedo per sospensione dell’attività didattica in presenza delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado può essere fruito dai genitori lavoratori dipendenti per i figli alunni di scuole per le quali sia stata disposta la sospensione dell’attività didattica in presenza, situate nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto. Si tratta delle c.d. zone rosse, individuate nelle Ordinanze del Ministro della Salute ai sensi dell’articolo 3 dei D.P.C.M. del 3 novembre 2020 e del 3 dicembre 2020, dell’articolo 19-bis del decreto-legge n. 137/2020, nonché, da ultimo, dell’articolo 3 del D.P.C.M. del 14 gennaio 2021. Per un massimo di giorni non superiore al periodo indicato nell’Ordinanza stessa, salvo proroghe.

–   Il congedo straordinario per i genitori di figli con disabilità in situazione di gravità può essere fruito durante i periodi di sospensione dell’attiva didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado o di chiusura di centri diurni a carattere assistenziale disposti con provvedimento adottato a livello nazionale, locale o dalle singole strutture scolastiche ai sensi dei D.P.C.M. del 24 ottobre 2020, del 3 novembre 2020, del 3 dicembre 2020 e del 14 gennaio 2021.